Accueil Eventi Mostre archivi

Victor de Cessole

 

Un fotografo nelle Alpi

dal 27 aprile 201 al 10 giugno 2012

 

cessole.jpgIl Conseil Général delle Alpi Marittime organizza una mostra per rendere omaggio alle opere del Cavaliere Victor de Cessole. Nato a Nizza il 20 dicembre 1859, Victor de Cessole proviene da un’antica famiglia nizzarda. Bibliofilo, umanista filantropo e alpinista, affascinato dalle meno conosciute Alpi Marittime di cui conquista a poco a poco ogni cima, egli crea gli archivi di un territorio ancora vergine da qualsiasi storia umana. Le note manoscritte sui taccuini delle sue escursioni, i numerosi testi pubblicati e le quindicimila lastre fotografiche minuziosamente classificate permettono oggi di apprezzare la sua eccezionale avventura, quella cioè dell’apertura della montagna all’uomo e della comparsa progressiva di nuovi interessi quali l’alpinismo, il trekking, lo sci e altri sport invernali. La collezione de Cessole, conservata dal Comune di Nizza alla Biblioteca de Cessole, non è ancora stata oggetto di un’esposizione di rilievo. La selezione effettuata dal Commissariato della mostra, arricchita di 150 documenti fotografici e di 70 clichés stereoscopici realizzati tra il 1896 e il 1927, palesa i diversi aspetti dello sguardo che Victor de Cessole rivolse alle Alpi Marittime in pieno mutamento. I primi clichés illustrano momenti della vita tradizionale in montagna: villaggi immortalati in una sorta di eternità, terre di duro lavoro, luoghi di culto. I successivi sottolineano la conquista degli spazi d’altitudine attraverso le escursioni e le scalate, la loro colonizzazione con la costruzione di rifugi e impianti per il pattinaggio, piste da sci, trampolini di lancio, fino ad arrivare ad una vera e propria esplosione degli sports invernali. Se nella prima parte della mostra le foto di abitanti della montagna sono rare, nella seconda troviamo una pittoresca galleria di sportivi, di persone eleganti e di guarnigioni di cacciatori alpini, i primi a praticare gli sports invernali nelle Alpi Marittime.
 

 

Ritorno